Ci sono strumenti, ma soprattutto idee, dietro a quel che chiamiamo Democrazia Liquida. C'e' una implementazione tecnologica, ma anche l'utopia che con l'aumento di velocita' e di inteconnessione delle informazioni sia possibile implementare sistemi decisionali piu' efficienti e che rispecchino il volere di una comunita' piu' o meno omogenea di persone. E' un sogno ad occhi aperti - forse anche un po' naïve, ma del resto siamo giovani.
Per quanto giovani e sognanti, l'approccio che seguiamo e' pragmatico: questo progetto consiste di programmi informatici liberi, i sorgenti dei quali sono aperti e verificabili.
Abbiamo cominciato a studiare questo tipo di tecnologie gia' da molti anni e dopo l'uso fatto dal Partito Pirata in Germania non abbiamo resistito al fascino di Liquid Feedback, l'implementazione piu' recente ed avanzata dei tedeschi: quella del metodo Schulze per la computazione dei voti in assemblea.
Nell'ultimo anno abbiamo interagito con il Partito Pirata Italiano, gia' esistente dal 2006, un interlocutore privilegiato per avventurarsi nelle sperimentazioni tecnologicamente piu' avanzate in politica.
Ad oggi possiamo dire che l'impatto e' stato positivo, anche se e' molto piu' dura far decollare un partito che istallare un software, bisogna ammettere :^)
Comunque dopo un anno di sviluppo abbiamo tradotto in Italiano, personalizzato ed ora addirittura speriamo di estendere il codice contribuendo delle estensioni necessarie alla scalabilita' del sistema.

Ma per farlo ci serve il vostro aiuto.

Noi tutto questo lo facciamo per facilitare una nuova rivoluzione democratica e trasversale per il modo di fare politica in Italia. Partiamo dal basso e la nostra strategia e' fatta di fatti piu' che di parole.
Ma abbiamo bisogno di aiuto, dato che non abbiamo alcun benefattore alle spalle.